Trova la tua cantina o il tuo vigneto

Infografica della Denominazione di Origine

Valle del Maule
  • Superficie totale:

    32.965 ha81.457 ac

  • Livello d'altezza dei vigneti:

    Min: 150m

    Max: 600m

    Min: 492ft

    Max: 1.969ft

  • Temperatura:

    Min: 3º

    Max: 29º

    Min: 37°F

    Max: 84°F

  • Precipitazioni annuali:

    735 l/m27.912 l/ft2

Denominazione di Origine Valle del Maule

POSIZIONE E STORIA

La denominazione di origine Valle del Maule comprende le province di Linares e Talca, ad eccezione del comune di Río Claro e di quello di Cauquenes.

È impossibile non pensare a questa valle senza iniziare a ricordare la lotta per l’autonomia del popolo Mapuche a metà del XVI secolo. Fu qui che un giovane capo di nome El Toqui Lautaro divenne famoso. Nella Battaglia di Tucapel, Lautaro e i reche-mapuche vinsero, catturando e uccidendo il governatore Pedro de Valdivia. I Mapuches riuscirono ad occupare i territori a sud, nella regione di Bío Bío. In questa regione, la lotta per l’indipendenza del Cile dalla monarchia spagnola, guidata dal liberatore O’Higgins, culminò a Talca con la firma dell’Atto di Indipendenza il 14 febbraio 1818.

Le prime coltivazioni di uva in questa valle risalgono al XVI secolo, quando già i coloni spagnoli coltivavano l’uva chiamata País. Oggi si coltivano sia vitigni a bacca rossa che bianca. All’interno di questa denominazione di origine è possibile differenziare tre zone di produzione: la Valle del Río Claro, la Valle di Loncomilla e la Valle del Tutuvén. In quest’ultima zona, oggigiorno rimane la coltivazione a secco della vite, il che si traduce nel fatto che i vigneti ricevono solo acqua piovana.

Nella denominazione di origine Valle del Maule, che ha anche cantine in vendita di medie e grandi dimensioni, la forma di attività più comune è quella delle piccole cantine, molte delle quali sono ancora a conduzione familiare. Alcuni viticoltori producono tuttora il loro vino dall’uva País per il consumo familiare. I viticoltori sono proprietari di piccoli appezzamenti di terreno che hanno conservato viti secolari da cui si ricavano vini molto concentrati, a bassa acidità, con un forte carattere, tipico delle viti alimentate solo dalla pioggia, e un alto potenziale di conservazione. Il vitigno Carignan è leggendario perché si è adattato bene alla regione e si è sviluppato così tanto da diventare il suo fiore all’occhiello.

La denominazione di origine Valle del Maule concentra il maggior numero di ettari destinati alla coltivazione della vite in Cile: si tratta di oltre 32.000 ettari, di cui una parte importante è costituita dall’uva País.

TERRENI

​Un rilievo pre-andino appare tra le Ande e la depressione intermedia, verso la zona centrale e meridionale della regione del Maule, ad un’altitudine compresa tra i 400 e i 1000 m s.l.m.

Il patrimonio dei fiumi che attraversano questa denominazione di origine ha reso possibile la presenza di sedimenti nel terreno dove sono piantate varietà tanto diverse quanto numerose: Sauvignon Blanc, Chardonnay, Cabernet-Sauvignon, Merlot, Carménère, Syrah, Malbec, Viognier, Cabernet Franc, Moscato d’Alessandria e persino la varietà País nel sud. Alcune varietà d’uva di questa Denominazione di Origine cercano terreni più profondi o climi più freschi, il che ha portato ad estirparne alcuni; molti erano stati piantati male e in luoghi dove il clima e il terreno non erano a loro favore, come il Sauvignon Blanc e lo Chardonnay delle zone più pianeggianti che hanno iniziato a spostare verso luoghi più freschi vicino al mare.

La Valle del Maule corrisponde alla regione più meridionale della Valle Centrale e ha la più alta concentrazione di vigneti del Cile. È la regione del vino dall’arrivo degli spagnoli. Si dice che Curicó e la Valle del Maule siano l’epicentro dell’attività vinicola cilena: insieme hanno più di 60.000 ettari piantati a vigneti. Pur essendo ancora forti nella produzione e vendita dei vini sfusi, hanno iniziato a lavorare su vini di alta gamma, esplorando settori, pendii e colline che non avrebbero mai pensato di usare per piantare prima.

I terreni di Talca sono derivati da conglomerati, brecce e tufi vulcanici; sono pietrosi, tranne che nei tufi vulcanici più pesanti. Da Talca, lungo la grande catena montuosa, dominano le ceneri vulcaniche e i fenomeni glaciali diventano sempre più importanti. Il suo clima mediterraneo sub-umido tende ad abbassare le temperature di notte.

I territori vicino alla costa costituiscono l’area interna irrigata solo dalla pioggia, vicino alla città di Cauquenes. È di particolare interesse ciò che accade con i vitigni Carignan e Grenache. Sui terreni aridi, i vitigni País e Carignan danno il meglio, le precipitazioni sono regolari (tra 700 e 1000 mm) e permettono una viticoltura a secco grazie alla resistenza alla siccità di queste varietà che hanno finito per adattarsi.

CLIMA

La Denominazione di Origine Valle del Maule, essendo la più grande regione vinicola cilena, è anche la più ricca di tipologie climatiche, poiché va dalla Cordigliera delle Ande alla Cordigliera della Costa. In generale, possiamo parlare di un clima mediterraneo caratterizzato dal vento freddo proveniente dalle Ande che aumenta la differenza di temperatura tra il giorno e la notte. Con la riduzione del periodo di temperature massime, le uve maturano più lentamente. La differenza di temperatura tra il giorno e la notte comporta a volte il rischio di gelate, per cui molte delle cantine e delle aziende vinicole di questa valle hanno adottato la tecnologia per contrastarne gli effetti. Le precipitazioni a Talca sono di 830 mm.

La Valle del Maule non subisce l’influenza del mare come le altre valli del Cile. Tuttavia, ha una temperatura media diurna molto buona che conferisce un’intensità unica all’aroma della varietà Carménère e facilita la coltivazione del Cabernet-Sauvignon e del Merlot.

TIPI DI UVA

I piccoli appezzamenti di terreno di questa denominazione di origine hanno ancora oggi viti secolari, tra cui quelle della varietà Carignan. In questa Denominazione di Origine troviamo anche i vitigni Merlot, Cabernet-Sauvignon, Chardonnay e Sauvignon Blanc. La varietà autoctona País è stata spodestata negli ultimi anni da vitigni di origine francese e alcune varietà stanno migrando verso i climi più freschi della costa, come lo Chardonnay e il Sauvignon Blanc.

Scopri altre cantine e vigneti in vendita in queste regioni vinicole in Cile

Rimontgó Bodegas

Rimontgó Bodegas

La Rimontgó Bodegas vanta oltre un decennio di esperienza nella vendita di cantine in Spagna e dispone di un piccolo ma completo team di esperti tra cui un enologo, un ingegnere agricolo, persone formate nella gestione di cantine e manager di esportazione di grandi gruppi vitivinicoli, tutti con una preziosa esperienza nella vendita di aziende vinicole, come pure nell’analisi e nella valutazione di terreni, vigneti, impianti e macchinari, nelle tecniche di vinificazione e, infine, nella commercializzazione a livello nazionale o nell’esportazione dei vini.

La Rimontgó Bodegas fa parte della Rimontgó, un’azienda a conduzione familiare fondata nel 1959 a Jávea, specializzata nell’offerta di servizi immobiliari di qualità a clienti di tutto il mondo. Vanta la migliore selezione di immobili di lusso in vendita, principalmente a Valencia e sulla Costa Blanca, così come altre attività di investimento nelle principali città della Spagna.

Con un marcato carattere internazionale sia in termini di clientela che per la sua portata, la Rimontgó ha una reputazione rinomata nel suo settore. Rimontgó è riconosciuta dai suoi clienti e dai suoi colleghi come un’azienda rispettabile e professionale, con comprovati principi etici da oltre 60 anni, il che fa della sua esperienza e della sua dedizione al cliente la base di un servizio eccellente.

Vedi più

Toccare la mappa per attivare lo zoom

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere notizie su cantine e vigneti.

Inserisci la tua email