Trova la tua cantina o il tuo vigneto

Infografica della regione

Metropolitana Santiago

Province

La tradizione vinicola di Santiago e la Valle del Maipo

La Regione Metropolitana di Santiago è una regione amministrativa con capitale Santiago, che è anche la capitale della nazione. Si compone di sei province: Talagante, Santiago, Melipilla, Chacabuco, Cordillera e Maipo. Va notato che questa è la seconda regione più piccola del Cile (appena 15.400 km2) ma, in compenso, è la più popolata, contando oltre 7.100.000 abitanti. La Regione Metropolitana di Santiago, da un punto di vista viticolo, è compresa nella regione della Valle Centrale. Le province che includono in modo preferenziale la coltivazione della vite sono quelle di Santiago, Melipilla e Talagante, con la regione della Valle del Maipo e la nota sottoregione Maipo-Andes.

Un altro suo aspetto distintivo è che essa è l’unica regione cilena che non dà direttamente sull’Oceano Pacifico. Pertanto, nella sottoregione vinicola integrata nella Regione Metropolitana di Santiago non troveremo i fattori derivati dalla presenza dell’oceano (prevalentemente brezza e venti) che hanno una presenza preminente nelle altre sottoregioni cilene. Il clima può essere descritto come mediterraneo.

Per quanto riguarda la geografia della regione di Santiago, spiccano sia la catena montuosa andina che quella costiera che incorniciano una depressione intermedia. Mentre sulla cordigliera andina l’altezza delle vette può superare i 6.000 metri (nel caso del Cerro Marmolejo o del monte Tupungato), nella catena montuosa costiera i massicci raggiungono altezze leggermente superiori ai 2.000 metri, come i monti Cantillana ed El Roble.

Per quanto riguarda l’economia, dobbiamo tener conto del fatto che la capitale del paese, Santiago, si trova lì, quindi il settore terziario è uno dei più sviluppati. Come in altre regioni cilene, anche nella Regione Metropolitana troviamo attività e servizi. Ma se c’è una cosa in cui la Regione Metropolitana di Santiago si distingue in particolar modo, questa è la produzione agricola e orticola alla quale corrisponde il 90% dei terreni irrigati. Va notato che un terzo degli ortaggi e un quarto degli alberi da frutto del Cile sono coltivati in questa regione. Oltre al grano e al mais, coltivati principalmente nella depressione centrale, tra la catena montuosa andina e quella costiera spicca la produzione di uva da tavola. Nella regione troviamo cantine e aziende vinicole in vendita nei pressi della capitale Santiago del Cile.

Tra le attrazioni turistiche della regione c’è, naturalmente, la sua capitale, Santiago. Qui si possono trovare punti di interesse come il Palacio de la Moneda (la sede del governo), la Biblioteca Nazionale, il Museo Nazionale delle Belle Arti e il palazzo del Congresso. Nell’impianto urbano, che vanta ampi viali, le case signorili in stile coloniale, un tempo abitate da coloni spagnoli o francesi, si mescolano ad eleganti edifici in stile modernista. Al di fuori della capitale, l’interesse si sposta in luoghi come i Parchi Nazionali di El Clarillo ed El Morado, il Cajón del Maipo, circondato da pittoreschi villaggi, e il lago Laguna di Aculeo, dove è possibile praticare sia la pesca che gli sport acquatici. La presenza della Cordigliera delle Ande fa sì che molti abitanti di Santiago pratichino lo sci insieme ai turisti e ai cileni provenienti dalle altre regioni del Paese che si recano nelle numerose stazioni sciistiche disseminate sulla cordigliera andina. Tra queste, possiamo citare Farellones, Lagunillas o La Parva.

La storia della viticoltura nella Regione Metropolitana di Santiago è documentata. Sappiamo quindi che, nei vecchi quartieri, fino alla metà del XX secolo non era insolito trovare la coltivazione della vite intorno alle dimore degli abitanti di Santiago e delle zone limitrofe, sia nelle case che denotavano un maggiore potere economico, sia in quelle più modeste. Sappiamo anche che il Cabildo o il governo della città era incaricato di gestire in maggiore o minore misura le uve ottenute. Questa coltivazione della vite accanto alle proprietà era comunemente chiamata “parrón” o “parronal”, un’usanza che è ancora visibile in alcuni vecchi quartieri di Santiago. Un altro fattore importante nella coltivazione della vite, che può estendersi ad altre regioni cilene, è quello religioso. Con la coltivazione della vite, i fedeli delle parrocchie si assicuravano un continuo rifornimento di vino per la celebrazione dell’Eucaristia. Dobbiamo tenere presente che in passato le strutture di comunicazione di cui il Cile gode oggi non esistevano e, quindi, durante i mesi invernali c’era il rischio di restare isolati, con le difficoltà che ciò comportava per la ricezione o la spedizione di merci o prodotti alimentari.

In questa regione troviamo la denominazione di origine Valle del Maipo, dove i vigneti si trovano in un intervallo di altitudine compresa tra i 400 e gli 800 metri. Questa denominazione di origine è una delle più importanti e prestigiose del Cile grazie all’impegno a favore della qualità dei vini ottenuti dalla varietà Cabernet-Sauvignon. La Valle del Maipo si trova tra le Cordigliera delle Ande e la Cordigliera della Costa ed è attraversata da due fiumi le cui acque vengono utilizzate per l’irrigazione dei vigneti: il fiume Maipo e il fiume Mapocho. Si può stabilire una certa differenziazione tra i vini a seconda della loro zona di produzione all’interno della Valle del Maipo. Nel Maipo Medio, con una maggiore presenza e influenza del sole, si producono vini più fruttati. Nella zona del Maipo Costa, vicino alla Cordigliera della Costa, si producono vini con una maggiore acidità (come nel caso dello Chardonnay) mentre nel Maipo Alto, che ha un clima più freddo, si producono vini robusti (ben strutturati ed equilibrati) con alti livelli di tannini. 

Vedi più

Scopri altre cantine e vigneti in vendita in queste regioni vinicole in Cile

Rimontgó Bodegas

Rimontgó Bodegas

La Rimontgó Bodegas vanta oltre un decennio di esperienza nella vendita di cantine in Spagna e dispone di un piccolo ma completo team di esperti tra cui un enologo, un ingegnere agricolo, persone formate nella gestione di cantine e manager di esportazione di grandi gruppi vitivinicoli, tutti con una preziosa esperienza nella vendita di aziende vinicole, come pure nell’analisi e nella valutazione di terreni, vigneti, impianti e macchinari, nelle tecniche di vinificazione e, infine, nella commercializzazione a livello nazionale o nell’esportazione dei vini.

La Rimontgó Bodegas fa parte della Rimontgó, un’azienda a conduzione familiare fondata nel 1959 a Jávea, specializzata nell’offerta di servizi immobiliari di qualità a clienti di tutto il mondo. Vanta la migliore selezione di immobili di lusso in vendita, principalmente a Valencia e sulla Costa Blanca, così come altre attività di investimento nelle principali città della Spagna.

Con un marcato carattere internazionale sia in termini di clientela che per la sua portata, la Rimontgó ha una reputazione rinomata nel suo settore. Rimontgó è riconosciuta dai suoi clienti e dai suoi colleghi come un’azienda rispettabile e professionale, con comprovati principi etici da oltre 60 anni, il che fa della sua esperienza e della sua dedizione al cliente la base di un servizio eccellente.

Vedi più

Toccare la mappa per attivare lo zoom

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere notizie su cantine e vigneti.

Inserisci la tua email