Trova la tua cantina o il tuo vigneto

Infografica della Denominazione di Origine

Valle del Maipo
  • Numero di cantine (2017):

    62

  • Superficie totale:

    13.000 ha32.123 ac

  • Livello d'altezza dei vigneti:

    Min: 150m

    Max: 800m

    Min: 492ft

    Max: 2.625ft

  • Temperatura:

    Min: 3º

    Max: 30º

    Min: 37°F

    Max: 86°F

  • Precipitazioni annuali:

    313 l/m23.369 l/ft2

Denominazione di Origine Valle del Maipo

POSIZIONE E STORIA

La denominazione di origine Valle del Maipo deve il suo nome al fiume Maipo, la cui sorgente si trova nella Cordigliera delle Ande, ai piedi del vulcano Maipú, a 900 metri di altitudine. Il fiume Maipo ha una lunghezza di 250 km e sfocia nell’Oceano Pacifico. La sua configurazione geografica dà origine alla Valle del Maipo che, come altre valli situate nella regione centrale del paese cileno, ha una produzione vinicola eccezionale. I vigneti piantati in quest’area sono irrigati dalle acque dei fiumi Maipo e Mapocho.

Originariamente, la Valle del Maipo era abitata dal popolo Picunche, il ramo più nordico dei Mapuches, poi conquistati dagli Incas e la cui presenza si avverte ancora oggi grazie ai resti di grande valore archeologico ritrovati nelle loro terre.

Dopo la conquista spagnola, nel XVI secolo, la comunità dei gesuiti si stabilì nel settore di Buin e vi rimase fino alla sua espulsione da parte della Corona spagnola. Nel 1555, la prima produzione vinicola del paese fu certificata in un documento ufficiale, mentre le prime piantagioni della varietà Cabernet-Sauvignon, volute da Don Silvestre Ochagavía, risalgono al XIX secolo. Così, la Valle del Maipo diventò, col tempo, la valle del Cabernet-Sauvignon. È la valle che ha dato prestigio al vino cileno, essendo eccellente per la coltivazione di Cabernet-Sauvignon, Merlot e Carménère grazie al suo clima caldo.

Da circa 150 anni i viticoltori producono vini con un marchio di qualità. Le zone viticole più rappresentative della denominazione di origine Valle del Maipo sono le province di Santiago, Talagante e Melipilla; in particolare, la sottoregione Maipo-Andes è nota per i suoi rinomati vini rossi. Grazie all’interesse per la produzione di vino, la denominazione di origine Valle del Maipo riceve ogni anno un buon numero di turisti provenienti da altre regioni cilene, che si concentrano a partire da febbraio, quando inizia la vendemmia nella Valle del Maipo.

TERRENI

Dal sud della Valle di Aconcagua, riappare la depressione intermedia nello stretto bacino di Santiago, formato dal bacino di drenaggio del corso medio del fiume Maipo.

La regione vinicola è divisa in tre zone di coltivazione: Maipo Alto, Maipo Medio e Maipo Costa. Il Maipo Medio, situato a circa 550 m sul livello del mare, è la zona più soleggiata; qui i vini rossi assumono un sapore più fruttato e la loro consistenza è setosa. Maipo Alto, ai piedi della Cordigliera delle Ande, sorge a 800 m di altitudine, dove si trovano i vini rossi più strutturati. Maipo Costa si trova vicino alla Cordigliera della Costa e si caratterizza per essere un’area con venti freschi dove si producono vini con un’interessante acidità, come i bianchi Chardonnay.

Oltre all’altitudine, la Valle del Maipo differenzia i terreni anche in base ai movimenti colluviali e alluvionali dei settori più vicini alla depressione intermedia.

Analizzando da est a ovest, le prime aree ad est sono coni colluviali che si trovano ai pendii della cordigliera, formati da immense cadute di roccia dalla catena montuosa per gravità, generando depositi di materiale angolare ai piedi delle formazioni montuose. Dal punto di vista climatico i colluvioni, essendo molto vicini alle Ande, generano un’elevata escursione termica, a causa dei venti freddi che scendono dalle alte vette dal tramonto e durante la notte. Le zone dei colluvioni sono associate a mesi estivi con temperature più moderate e non così elevate come nel nord. Una delle caratteristiche climatiche importanti è data dall’escursione termica che assicura pigmentazioni rosse abbastanza marcate (antocianidine).

Più a ovest, la presenza in questa valle di fiumi come il Maipo e il Mapocho è associata a terreni alluvionali, formati quando l’acqua trascina da lunghe distanze materiale proveniente dalla cordigliera andina; tale movimento leviga e smussa le pietre in forme arrotondate. I terrazzi alluvionali nascono in seguito al processo di deflusso degli affluenti e ciascuno di essi presenta determinate e particolari peculiarità che influiscono sulle caratteristiche dei vini che si otterranno in seguito. Nel caso del Cabernet-Sauvignon prodotto dai vigneti della Denominazione di Origine Valle del Maipo, vanno evidenziati il terzo e il quarto terrazzo. Sia i terreni alluvionali che quelli colluviali sono caratterizzati da un profilo roccioso, il che imprime il carattere di bassa fertilità, ma con un più alto contenuto di limo e argilla, soprattutto nello strato superficiale. Ciò determina un elevato drenaggio e favorisce la produzione di vini equilibrati. La tessitura dei terreni della Valle del Maipo, nei vigneti della Cordigliera della Costa, varia tra franco-argillosa, franco limosa-argillosa e sabbiosa.

CLIMA

Il clima nella Valle del Maipo può essere descritto come mediterraneo, cioè un clima caldo e temperato. Questo significa temperature moderate nei mesi estivi con punte massime sui 29° e inverni freddi, ma senza gelate nel passaggio dai mesi invernali a quelli primaverili, un fattore importante nello stabilire la coltivazione della vite. La temperatura media durante l’estate è di 25°, mentre la temperatura media annua è sui 15°. Oltre all’assenza di gelate, nel periodo più vicino al raccolto si registra un basso livello di precipitazioni. L’influenza dell’anticiclone del Pacifico fa sì che le precipitazioni si concentrino tra i mesi di aprile e settembre con una media annua di 350 mm. Le temperature moderate di cui gode la Valle del Maipo durante l’estate sono benefiche per la coltivazione di varietà come il Cabernet-Sauvignon, che occupa la più vasta area di terreni destinati all’uva in questa denominazione di origine.

Le condizioni alle pendici del Monte Maipo, sulle Ande, rendono il clima diverso dal resto delle regioni vinicole cilene. In questa sottovalle si verifica un fenomeno di convezione termica dell’aria tra la valle e il versante andino, che fa sì che l’aria si raffreddi in primavera e in estate e si riscaldi in inverno e ad inizio della primavera. Inoltre, si tratta di un’area con bassa umidità relativa e molto soleggiata. Questo garantisce che le uve arrivino al giusto punto di maturazione e siano in ottime condizioni, permettendo la coltivazione di vigneti biologici.

TIPI DI UVA

La topografia della denominazione di origine Valle del Maipo permette la coltivazione di vitigni a diverse altezze. Le variazioni di temperatura tra il giorno e la notte nella Valle del Maipo sono molto evidenti. Oltre a questo, il clima è caratterizzato da inverni brevi e miti e da estati asciutte, fattori che fanno sì che le aziende vinicole – chiamate viñas – della Valle del Maipo puntino soprattutto sulle varietà rosse. Dei circa 10.000 ettari dei vigneti della Valle del Maipo, 8.000 sono coltivati con varietà a bacca rossa (di cui 6.400 ettari a Cabernet-Sauvignon e 1.100 ettari a Merlot), mentre i restanti 2.000 ettari sono destinati a varietà a bacca bianca, con 950 ettari di Chardonnay. A distanza, ci sono altre varietà come Carménère, Syrah, Sauvignon Blanc, Cabernet Franc, Malbec, Petit Verdot e Sémillon.

Scopri altre cantine e vigneti in vendita in queste regioni vinicole in Cile

Rimontgó Bodegas

Rimontgó Bodegas

La Rimontgó Bodegas vanta oltre un decennio di esperienza nella vendita di cantine in Spagna e dispone di un piccolo ma completo team di esperti tra cui un enologo, un ingegnere agricolo, persone formate nella gestione di cantine e manager di esportazione di grandi gruppi vitivinicoli, tutti con una preziosa esperienza nella vendita di aziende vinicole, come pure nell’analisi e nella valutazione di terreni, vigneti, impianti e macchinari, nelle tecniche di vinificazione e, infine, nella commercializzazione a livello nazionale o nell’esportazione dei vini.

La Rimontgó Bodegas fa parte della Rimontgó, un’azienda a conduzione familiare fondata nel 1959 a Jávea, specializzata nell’offerta di servizi immobiliari di qualità a clienti di tutto il mondo. Vanta la migliore selezione di immobili di lusso in vendita, principalmente a Valencia e sulla Costa Blanca, così come altre attività di investimento nelle principali città della Spagna.

Con un marcato carattere internazionale sia in termini di clientela che per la sua portata, la Rimontgó ha una reputazione rinomata nel suo settore. Rimontgó è riconosciuta dai suoi clienti e dai suoi colleghi come un’azienda rispettabile e professionale, con comprovati principi etici da oltre 60 anni, il che fa della sua esperienza e della sua dedizione al cliente la base di un servizio eccellente.

Vedi più

Toccare la mappa per attivare lo zoom

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere notizie su cantine e vigneti.

Inserisci la tua email